Questo mese sto leggendo...

Ad agenzie pubblicitarie, videomaker, centri di post-produzione do la mia parola.

Prima della parola, però, do il pensiero, secondo il testo progettato dal cliente.

Parole pensate, parole sentite, parole di valore.

---

Per portare valore aggiunto con la voce, faccio ricco il pensiero con i libri. E, un giorno non molto lontano, tornerò a farlo anche con i viaggi.

Chi pensa bene, dice bene.

---

Ho una voce fresca, giovane. Posso essere intenso o descrittivo, facendo da discreta cornice al testo.

Cerchi una voce più scura, profonda, matura?

Ecco la demo di un mio collega: può essere la soluzione che cerchi. Voce femminile top brand? Ascolta qui.

---

Ho dato voce alla campagna tv Babbel corsi di lingua (2013) o le campagne radio Monge (2014), Best Tours (2015), Meridiana (2015-6), Cisl (2017). In qualità di voiceover artist per Chiquita (2017) ho inciso un trailer-concorso diffuso nei cinema (abbinato al film d'animazione Minions).

Nel 2018 sono finalista per il "Premio Più Luce", promosso dalla Fondazione del Vittoriale degli Italiani (Gardone Riviera, BS).

Ho scritto un libro sulla voce (completo di tracce audio). "Gestire la cadenza dialettale - per colloqui di lavoro e il personal branding". Questa la pagina su Mondadori Store.

Gestisco le richieste in modo reattivo, veloce e indipendente.
Voce narrante per produzioni audio:

• lettura in inglese (o, in alternativa, voci madrelingua UK)

post-audio veloce per flussi di lavoro intensi e deadline ravvicinate

• specialità: voce narrante in parti recitate.
Prendersi cura dei pensieri per fare speciale la voce
Ho sempre adorato leggere.​

Una delle più impervie montagne di carta che abbia mai scalato è stato l'Ulisse di James Joyce

Una lettura ostica, labirintica, esoterica. La tentazione di lasciare incompiuta l'impresa - devo dirlo - più volte mi ha costeggiato.
Più volte sono stato sull'orlo del naufragio della volontà.
Ho tenuto. Come tengono certe navi all'urto delle onde.
Dopo un tortuoso peregrinare, sono approdato all'ultimo capitolo, il più denso e concettoso di tutti. La moglie del protagonista (Molly Bloom) esterna i suoi pensieri così come le affiorano, in otto infinite frasi senza punteggiatura e senza filtri (il famoso stream of consciousness, il flusso di coscienza).​
Missione compiuta.
Ma perché prendersi la briga di leggere Joyce quando esistono ben più amene letture?

Quello che mi sono portato a casa da questa spedizione letteraria è stato un accresciuto senso della realtà: ora tendo a percepirla più stratificata, più complessa, più cangiante.
 
Più.
 
Credo che la bellezza stia proprio in questo: nella non riduzione a schemi, nella plurivocalità, nel senso che diviene sempre.​
Tutto scorre, diceva Eraclito. Anche la voce deve fluire, non può cristallizzarsi in clichè.
Onde di luce.
Onde di suoni.
Riflettere.
Illuminare.
Se serve, splendere.
Coltivare la lettura fa bene alle parole. Prima a quelle pensate, poi a quelle dette. Perché aggiunge strati, veste la nudità del messaggio.

La lettura è una delle fonti con cui arricchisco le parole dei clienti.
Parole pensate, parole sentite, parole di valore.

​​Francesco Ventura
voiceover artist
voce narrante per la comunicazione di valori
--
​​​

 

 

Sarto Sound di Ventura Francesco - p. iva 07766560721

È vietata la riproduzione totale o parziale dei contenuti di questo sito.

  • SoundCloud Social Icon
  • LinkedIn Social Icon
  • Twitter Clean